Home Arte & Cultura Alda Merini: la poetessa innamorata della vita, della poesia, dell’amore

Alda Merini: la poetessa innamorata della vita, della poesia, dell’amore

by Redazione
0 comment

Undici anni fa, il 1 novembre 2009, ci ha lasciati la grande poetessa milanese che ormai ha conquistato un posto di  rilievo nella nostra letteratura contemporanea

Il Comune di Milano le ha intitolato il ponte  sul Naviglio Grande,  posto di fronte alla sua abitazione in Ripa di Porta Ticinese 47:  Alda Merini attraversava quasi tutte le mattine questo ponte durante le sue lunghe passeggiate, sempre con una penna in mano e fogli volanti sottobraccio, per poter annotare  nell’attimo dell’ispirazione una parola, un sentimento, una sensazione.

Alda Merini sul Naviglio Grande, nei pressi della sua abitazione a Ripa di Porta Ticinese, 47
Credits: Alda Merini Official Facebook

Tutta la sua vita è stata dominata dalla necessità assoluta di fare poesia: ha conosciuto la povertà, l’emarginazione, ha attraversato l’inferno del manicomio, ma la forza della sua poesia ha vinto la violenza dell’elettroshock, della ghettizzazione e dell’esilio dal mondo.

Embed from Getty Images

Questa la riflessione che Alda ne traeva: 

“Del resto dico spesso a tutti che quella croce senza giustizia che è stato il mio manicomio  non ha fatto che rivelarmi la grande potenza della vita”.

Embed from Getty Images

Da quella esperienza drammatica nascerà il suo capolavoro “La Terra Santa” con cui vincerà nel 1993 il premio Librex Montale.

“Se le donne sono frivole è perché sono intelligenti a oltranza” (Alda Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

La totale dedizione alla poesia

Alda sosteneva di essere stata messa in quel carcere perchè colpevole di adulterio: amava l’arte più della sua stessa famiglia e raccontava:

“Ho avuto quattro  figlie, allevate poi da altre famiglie .Non so neppure come ho trovato il tempo per farle. Si chiamano Emanuela, Barbara, Flavia e Simonetta. A loro raccomando sempre di non dire che sono figlie della poetessa Alda Merini ,quella pazza.

Rispondono che io sono la loro mamma e basta, che non si vergognano di me. Mi commuovono.”

“La sensibilità non è donna. La sensibilità è umana. Quando la trovi in un uomo è poesia.” (A. Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

La sua è stata una vita unica, inimitabile. Alda è la poetessa innamorata della vita , della poesia e dell’amore: i suoi versi esprimono con una forte intensità emotiva l’ebbrezza  di un’anima  che  ha conosciuto il dolore, ma proprio per questo ha desiderato la vita e l’amore più di ogni altra cosa.

“Dovrei chiedere scusa a me stessa per aver creduto di non essere abbastanza” (Alda Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

Questi suoi bagliori poetici affascinano un pubblico sempre più vasto, composto in larga parte da giovani.

“A pelle si sentono cose a cui le parole non sanno dare un nome.” (A. Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

Ricordiamo, tra le tante pubblicate, una raccolta di sue poesie dedicata ai giovani, per aiutarli a capire  e ad esprimere i propri sentimenti più profondi e complessi : il titolo è “Folle, folle, folle di amore per te. Poesie per giovani innamorati” (editore Salani).

“Romanticismo non significa regalare rose. Romanticismo significa coltivarle.” (A. Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

Si tratta di 40 poesie da leggere, da recitare, da copiare, da usare, da regalare.  Nel libro anche un pensiero di Roberto Vecchioni.

La voce di Alda Merini

“Chi si nasconde nella tenerezza non conosce il fuoco della passione.” (A. Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

L’amore di cui parla  la poetessa è un sentimento reale e concreto, senza idealizzazioni, fatto di carne e non solo di spirito. E’ un’esperienza che, nonostante faccia soffrire è totalizzante ed entusiasmante :

Ribaciami in uno stelo

Ribaciami in uno stelo

 di amore

e pensa alla giovinezza che mi

prende e mi ha lasciata sola

per lunghi anni

(Alda Merini)

“Non ho amato troppo. Ho amato le persone sbagliate troppo a lungo.” (A. Merini)
Credits: Alda Merini Official Facebook

Si tratta di una poesia breve ma intensa: è una richiesta d’amore, il desiderio di un bacio sull’onda di un ricordo, il bisogno di un contatto fisico che porta a superare la solitudine di un passato difficile.

Fonte immagine in evidenza: Alda Merini Official Facebook

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!