Home ModaFashion Business Alessandro Michele e il GucciFest: un nuovo modo di fare moda

Alessandro Michele e il GucciFest: un nuovo modo di fare moda

by Redazione
0 comment

Il direttore artistico della Maison fiorentina ha ideato un festival di moda e cinema, ardito e stimolante per la volontà innovativa da cui nasce

Il GucciFest è un esperimento che coniuga linguaggi solitamente estranei come cinema e  moda e utilizza strumenti comunicativi  egualitari e “democratici” come le piattaforme on line a cui tutti possono accedere.

Le novità dal fashion: la contaminazione di linguaggi

Questo importante evento ideato dal fashion designer prescinde e si libera dalle scadenze delle Fashion Week, come già Michele aveva anticipato a Maggio, durante il primo lockdown, nel suo diario di riflessione creativa dicendo:

“Ci ritroviamo cambiati e dobbiamo raccontarci in maniera diversa”

Da questa consapevolezza nasce il festival on line, il GucciFest, che si sta svolgendo nella settimana dal 16 al 22 novembre con sette  appuntamenti: è un film in sette episodi , molto brevi, girati a Roma da Alessandro Michele e Gus Van Sant , che lo stesso Michele definisce ” il regista che da trent’anni  accompagna la mia vita” .

Alessandro Michele e Gus Van Sant durante un backstage delle riprese
Credits: Gucci Official instagram

I cortometraggi rivelano, giorno dopo giorno, la nuova collezione Gucci,  a cui il direttore artistico stesso ha dato il titolo di “Ouverture of somethinfgthat never ended”.

La protagonista, attrice e performer, Silvia Calderoni si mostra all’interno della propria abitazione, nella routine quotidiana, fa yoga, riceve amici, ascolta la televisione  e da lì sente una comunicazione che la avverte: “Ci sarà una rivoluzione sull’amore fatta dai dissidenti del regime del sesso”.

Una parte del set dove si sono svolte le riprese
Credits: Gucci Official instagram

La notizia, di senso liberatorio, riguarda molti e lo stesso Alessandro Michele si sente coinvolto da tale annuncio.

Il breve film continua con la passeggiata di Silvia, in apparenza senza senso, per le vie della città dove avvengono incontri interessanti con diversi talenti internazionali e molti amici della Maison.

Un evento digitale come strumento egualitario

Gli episodi vengono trasmessi quotidianamente per tutta la settimana su YouTube Fashion, su Gucci YouTube e inoltre vengono inseriti in modo permanente  nel sito GucciFest.com, dove tutti possono liberamente fruire della performance.

La piattaforma  del GucciFest  offre anche l’occasione di far vedere alcuni fashion-film che celebrano le creazioni di quindici stilisti indipendenti stranieri, scelti dal direttore artistico della Maison, che ritiene giusto dare spazio e far conoscere giovani talenti emergenti del fashion.

Un itinerario nuovo… e le lucciole ci illuminano

Uno dei tanti look presentati al Gucci Fest
Credits : Gucci Official Instagram

Michele propone un itinerario diverso per giungere al fashion, percorre vie nuove, più stimolanti e meno convenzionali, che consentono di appropriarci di un tempo diverso, tutto nostro, ricco di riflessioni e interrogativi, che abbiamo cominciato a porci in questo tempo buio, nel quale però, come diceva Pasolini, non possono mancare le lucciole, capaci a volte di illuminare in modo più autentico e suggestivo, dei grandi fari che di solito fanno luce sulle canoniche, e forse un po’ obsolete, sfilate di moda: questa la  filosofia-pensiero di Alessandro Michele, che sta conquistando molti consensi.

Credits immagine in evidenza: Alessandro Michele Official Instagram

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!