Home SpettacoliAmici Amici 21, Luca Jurman critica il talent: “Siamo caduti in basso”

Amici 21, Luca Jurman critica il talent: “Siamo caduti in basso”

by Redazione

L’ex docente di canto nella scuola di Maria De Filippi non condivide che gli allievi modifichino il testo di brani di successo inserendo le proprie barre. “Ma scrivete su musiche originali, vostre (se siete in grado), così evitate anche confronti imbarazzanti” afferma Luca Yurman.

Luca Jurman critica duramente la prassi degli allievi di Amici 21 di aggiungere le loro “barre” su brani che hanno fatto la storia della musica.

Musicista, insegnante di canto, produttore discografico, Jurman è stato dal 2007 al 2011 insegnante e vocal coach della scuola di Amici: fra i suoi allievi più noti Alessandra Amoroso, Marco Carta e Valerio Scanu. Nella sua carriera Luca Jurman ha collaborato con artisti del calibro di Laura Pausini, Zucchero, Raf, Anna Oxa, Pino Daniele e Phil Collins, per citarne alcuni.

Dopo l’ultima puntata del Serale di Amici Jurman, dal suo profilo Facebook, non le ha mandate a dire al programma.

Posso dirlo? Continuare a mettere le ‘barre’ su brani e opere che hanno fatto storia e venduto milioni di dischi in tutto il mondo, sfruttando e spesso deturpando il significato del testo e del senso comunicativo dell’originale…ha rotto! Ma scrivete su musiche originali, vostre (se siete in grado), così evitate anche confronti imbarazzanti”.

L’ex docente della Scuola spiega di non comprendere i professori, che appoggiano questa scelta:

“Trovo altresì imbarazzante e abominevole che degli ‘pseudo titolati’ avallino uno scempio del genere, spesso addirittura definendo ‘geni’ dei ragazzi che alla fine si illudono di esserlo! Siamo caduti talmente in basso che in Italia la tv, invece di fare educazione e divulgazione della vera arte, sta creando la sua estinzione!”.

Luca Yurman poi conclude:

“So benissimo che con questo post attirerò critiche ed insulti, ma esiste un termine che racchiude il senso di ciò che ho scritto, un termine che purtroppo ormai è senza valore in questo paese, etica! Mi meraviglia che i veri Artisti, Autori, Compositori, Musicisti, Produttori Artistici, Arrangiatori, Cantanti e grandi interpreti non facciano e non dicano nulla per tutto ciò che accade in questo ambiente così decaduto e venduto alla paura del “non lavorare più se parlo”! E peggio del peggio, è che ci sarà qualcuno che pur di prendere due soldi o dalla discografia o dalla Siae, venderà anche se stesso e le proprie opere per dire che gli va bene che si usi un suo brano con queste finalità, anzi lo troverà ‘interessante’“.

Le parole di Luca Jurman su Facebook

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy