Home PeopleGossip Chiara Ferragni: rivivendo il ricordo della nascita di Leone

Chiara Ferragni: rivivendo il ricordo della nascita di Leone

by Redazione
0 comment

L’influencer torna ad emozionarsi ricordando i primi momenti vissuti dopo il parto con il suo bambino e pensando al fatto che presto rivivrà la magia di quell’esperienza indimenticabile

Sfogliando tra le foto della gallery del suo cellulare, Chiara Ferragni ne ha ritrovata una per lei particolarmente commovente perché la ritrae che, in lacrime per la felicità, stringe Leone pochi minuti dopo il parto.

L’imprenditrice digitale, che sta aspettando una bambina la cui nascita è prevista ad Aprile 2021, aveva da tempo confessato di volere altri figli e, rivedendo la foto del momento magico in cui ha potuto finalmente tenere in braccio il suo bambino, spiega che non vede l’ora di rivivere quell’esperienza meravigliosa:

La scorsa notte stavo guardando le foto sul mio telefono e questa mi ha fatto piangere di nuovo per  la felicità. Il giorno in cui è nato Leo è stato uno dei più intensi e meravigliosi  della mia vita. Quando l’ho visto tutto ha avuto un senso, e non riuscivo a smettere di piangere. Ho pianto tutto il tempo tenendolo in braccio, pensando che fosse impossibile che stessi tenendo in braccio il NOSTRO bambino. Così surreale e così magico. Per me, questo è stato il significato della mia vita. Non vedo l’ora di rivivere questo di nuovo

Il piccolo Leone Lucia è venuto al mondo nella notte tra lunedì 19 e martedì 20 marzo 2018, al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles

La prima  gravidanza di Chiara non è stata facile e la fashion blogger è stata sottoposta a numerosi controlli nelle ultime settimane prima del parto per via del mal funzionamento della placenta.

I Ferragnez  avevano cercato di mantenere privata la gravidanza il più a lungo possibile, fino al quinto mese, fino all’annuncio dell’ottobre 2017.

La Ferragni aveva poi raccontato che Leone è nato  3 settimane prima rispetto alla scadenza che era stata prevista e col parto indotto: 

Nell’ultimo mese erano sorti alcuni problemi con la placenta e sarebbe stato pericoloso tenerlo ancora nella mia pancia. È stato un lungo percorso (22 ore di travaglio) e verso la fine ho avuto molta paura ma, circondata dai miei cari, ce l’ho fatta. Non riesco ancora a credere quanto sia magico il nostro corpo

Chiara, rivedendo la foto di quel momento indimenticabile, non ha potuto fare a meno di pensare che tra pochi mesi rivivrà di nuovo l’emozione più intensa e meravigliosa della vita.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!