Home PeopleAttualità Damiano dei Maneskin: “La violenza sessuale rimane violenza sessuale anche se è stata denunciata dopo”

Damiano dei Maneskin: “La violenza sessuale rimane violenza sessuale anche se è stata denunciata dopo”

by Redazione

“Ci sono persone, soprattutto donne, che si rendono conto molto tempo dopo e trovano il coraggio di denunciare molto tempo dopo” afferma il frontman della band romana (video).

Damiano dei Maneskin esprime il suo punto di vista in merito alla denuncia di violenza sessuale presentata da una presunta vittima a giorni di distanza dal verificarsi dell’ipotetico evento (in fondo potete vedere il video con le parole del frontman della band romana).

Non sono il pubblico ministero e non sta a me giudicare l’innocenza o la colpevolezza” afferma il cantante in una serie di storie Instagram, “ma voglio parlare alle persone che avvalorano la tesi secondo la quale se uno stupro viene denunciato dopo otto giorni, allora non è uno stupro. Non è così”.

Ci sono persone, soprattutto donne, che si rendono conto molto tempo dopo e trovano il coraggio di denunciare molto tempo dopo” continua Damiano.

Perché siamo abituati a pensare che molte cose siano legittime quando in realtà non lo sono e perché c’è un problema proprio di fondo e di educazione. Quindi vi prego di informarvi e di astenervi da dichiarazioni tanto disumane. Almeno ai miei follower, ecco“.

 In questi giorni ha fatto molto discutere il video con il quale Beppe Grillo ha fatto appello al garantismo nei confronti del figlio, coinvolto insieme ad altri tre ragazzi in un caso di presunta violenza sessuale che risalirebbe all’estate del 2019. Fra l’altro, il fondatore del Movimento 5 Stelle ha evidenziato il ritardo con cui la presunta vittima ha denunciato.

Anche se il leader dei Maneskin non cita mai il nome di Beppe Grillo  il riferimento indiretto alla dibattuta vicenda appare chiaro.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy