Home Arte & Cultura “Dantedì”: la storia di Paolo e Francesca, due amanti uniti per l’eternità

“Dantedì”: la storia di Paolo e Francesca, due amanti uniti per l’eternità

by Redazione
0 comment

Nella Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri Rai3 ripropone la lettura di Roberto Benigni de “Il Quinto dell’Inferno”, dalla “Divina Commedia, che narra la storia di Paolo e Francesca.

Dante Alighieri (© Ufficio Stampa Rai)

Nel giorno del Dantedì, la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri per celebrare il Sommo Poeta, Rai3 ripropone la lettura di Roberto Benigni de “Il Quinto dell’Inferno” dalla “Divina Commedia,” in onda oggi, giovedì 25 marzo alle 21.20.

Il girone dei lussuriosi e l’incontro con Paolo e Francesca.

Giuseppe Frascheri, l’incontro di Dante con Paolo e Francesca (Public domain, via Wikimedia Commons)

Nel canto quinto l’avventuroso viaggio di Dante nell’oltretomba è agli inizi: dopo lo smarrimento “nella selva oscura” del peccato e la sosta nell’anti-Inferno e nel Limbo, Dante racconta l’ingresso nel primo vero girone infernale. Qui sono punite le anime dei lussuriosi, ossia coloro che nel corso della vita sulla terra hanno anteposto l’istinto alla ragione e si sono lasciati trascinare dall’eros e dalla forza della sessualità.

Queste anime, che in vita si sono fatte travolgere dalla passione, nell’Inferno di Dante – secondo la regola del contrappasso – sono allo stesso modo trascinate e sbattute qua e là da una bufera infernale, che non si fermerà mai. Mentre Virgilio – il poeta antico guida del viaggio – indica le schiere dei lussuriosi, l’attenzione di Dante è attirata da due che, diversamente dagli altri, vanno insieme. La coppia appare a Dante profondamente unita anche dopo la morte, e nella bufera il volo dei due sembra leggero, come una danza.

Si tratta di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini, i due cognati protagonisti di un amore adulterino e di una fine tragica di cui Dante Alighieri aveva sentito parlare dalle cronache del tempo.

La storia di Paolo e Francesca.

Francesca da Rimini era stata data in sposa dal padre Guido da Polenta (con un matrimonio combinato) a Gianciotto Malatesta, signore di Rimini, uomo per nulla avvenente. Il fratello di Gianciotto, Paolo, era invece un uomo sensibile e bellissimo, e di lui Francesca si era innamorata perdutamente.

Scoperti nel castello in intimità amorosa da Gianciotto, Paolo e Francesca erano stati entrambi da lui trafitti  con  la spada.

Paolo e Francesca nell’Inferno di Dante.

Dante Alighieri (© Ufficio Stampa Rai)

Nel canto quinto dellInferno Dante manifesta il desiderio di parlare con la coppia, che gentilmente si avvicina, ed è Francesca a parlare, ma dice sempre “noi” e parla anche a nome di Paolo, che tace e alla fine del racconto di Francesca piange-

Così la giovane donna racconta la storia d’amore con Paolo:

 “Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende

prese costui de la bella persona

che mi fu tolta; e ‘l modo ancor m’offende”.

“Amor, ch’a nullo amato amar perdona,

mi prese del costui piacer sì forte,

che, come vedi, ancor non m’abbandona”.

Amor condusse noi ad una morte.

Caina attende chi a vita ci spense “.

Queste parole da lor ci fuor porte”.

Nelle tre terzine di versi famosissimi – ripresi anche da Antonello Venditti e Jovanotti nelle loro canzoni – Francesca descrive le tappe ineludibili dell’amore e ogni terzina inizia con la parola chiave di tutto il racconto “amore”: la forza dell’amore si trasmette rapidamente, come una fiamma, quando incontra un cuore gentile, pronto ad amare. Così Paolo si è innamorato di Francesca, della sua bellezza, del suo corpo, che con violenza le è stato successivamente tolto. L’amore non consente che chi è amato non ricambi: così anche Francesca è stata presa dalla forza di un amore tanto grande da non averla abbandonata nemmeno nella voragine infernale.

L’amore ha portato Paolo e Francesca alla morte, ma in essa li ha uniti per sempre.

Per Dante quindi l’amore vince tutto: anche per questo si può affermare che Dante è “il poeta della speranza”.

(Foto in evidenza: Paolo e Francesca, Fonte www.gradara.com)

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!