Home Arte & Cultura Elena Sofia Ricci: “L’arte è il nostro petrolio, con la cultura si può superare la crisi”.

Elena Sofia Ricci: “L’arte è il nostro petrolio, con la cultura si può superare la crisi”.

by Redazione
0 comment

Nel corso dell’evento “Senato&Cultura – Viva l’Italia” l’attrice è stata protagonista in Senato di un potente monologo sull’importanza dell’arte nel nostro Paese (video).

È doloroso sapere che l’investimento italiano nello spettacolo sia sceso così tanto da arrivare quart’ultimo in Europa, dando a tutti noi una patente di inutilità sociale. Eppure ogni euro investito in cultura ne riporta almeno tre in termine di ricchezza, ma non solo per noi: per tutto il Paese”. Lo ha detto Elena Sofia Ricci nello splendido monologo che ha recitato nell’Aula del Senato in occasione dell’evento “Viva l’Italia”, dodicesimo appuntamento di “Senato&Cultura”, la rassegna che dallo scorso anno vede il Senato e la Rai impegnati a valorizzare il patrimonio artistico-culturale italiano.

Prima del monologo, dedicato all’arte e alla sua importanza nel nostro Paese (potete vederlo per intero in fondo), l’attrice ha parlato dell’iniziativa “Grido per un nuovo Rinascimento – Prima Giornata Nazionale dei Lavoratori dello Spettacolo”, che ha avuto luogo lo scorso 24 giugno a Roma, con rappresentanti di ogni categoria dello spettacolo, e che “voleva essere non una protesta ma una proposta” per chiedere maggiori investimenti nel settore dell’arte,  visto che la categoria – come tante altre similari – è stata messa in ginocchio dalla pandemia.

È doloroso vedere sacrificato l’impegno, la competenza, la genialità di tanti artisti e artigiani che pagherebbero pur di fare quello che sanno fare meglio degli altri” ha detto Elena Sofia Ricci nel monologo.

È doloroso vedere vanificata la potenza dell’arte italiana, che ha illuminato questo pianeta per 25 secoli, insegnando cos’è la bellezza a tutto il mondo: e la bellezza è la linfa vitale dei nostri sogni. É doloroso sapere compromessa la possibilità che la musica, la danza, il cinema, il teatro hanno di lenire il disagio sociale, di formare chi vuole crescere bambini, di incoraggiare chi vive nella disabilità e perfino di curare chi è malato. È doloroso vedere sacrificata la generosità dei nostri artisti e artigiani, veder vanificata la potenza dell’arte italiana.”

A margine dell’evento, l’attrice ha aggiunto: “L’arte è il nostro petrolio, dovremmo investire di più, con la cultura si può superare la crisi”.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!