Home PeopleAttualità Fedez contro il Vaticano per il Ddl Zan

Fedez contro il Vaticano per il Ddl Zan

by Redazione

Dopo che il Vaticano ha chiesto formalmente al governo italiano di modificare il Ddl Zan il rapper è fra i primi a dire la sua in merito a questa presa di posizione (video).

Fedez torna ad esprimere il proprio punto di vista su tematiche di stretta attualità: è di oggi, 22 giugno, la notizia che il Vaticano ha chiesto formalmente al governo italiano di modificare il Ddl Zan, il disegno di legge contro l’omofobia. A quanto riferisce “Repubblica”, secondo la Segreteria di Stato il testo normativo violerebbe “l’accordo di revisione del Concordato“. Per questo sarebbe stata consegnata “all’ambasciata italiana presso la Santa Sede una nota verbale a firma del Segretario vaticano per i rapporti con gli Stati monsignor Paul Richard Gallagher”.

È la prima volta che la Chiesa interviene durante l’iter di approvazione di una legge, esercitando le facoltà previste nei Patti Lateranensi.

E Fedez, che da sempre è schierato a favore del Ddl Zan, interviene sia su Twitter che con una serie di storie Instagram per dire la sua.

Riassumendo: il Vaticano che ha un debito stimato di 5 miliardi di euro su tasse immobiliari mai pagate dal 2005 ad oggi per le strutture a fini COMMERCIALI dice all’Italia ‘guarda che con il DDL Zan stai violando il #Concordato’” twitta il rapper.

In circa due ore il “cinguettio” di Fedez ha ottenuto 11.500 mi piace e oltre 1700 retweet.

Nelle storie Instagram il cantante spiega poi in modo più approfondito il suo punto di vista (in fondo potete vedere il video):

“Avete letto l’ultima di oggi? Il Vaticano ha detto all’Italia ‘se approvate il ddl zan state violando il Concordato tra Vaticano e Italia” esordisce Fedez, che poi si chiede “Chi ha concordato il Concordato”?”

 E alla fine l’artista chiosa:

Comunque piccolo spoiler, amici del Vaticano, siamo uno Stato laico, so che non siete abituati a sentirvelo dire, però in teoria lo siamo“.

Il video con le parole di Fedez

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy