Home MusicaConcerti Fedez: il monologo al concerto del Primo Maggio e la telefonata con la Rai

Fedez: il monologo al concerto del Primo Maggio e la telefonata con la Rai

by Redazione
0 comment

L’artista ha fatto sapere sui social che la Rai avrebbe tentato di censurare il suo intervento, nel quale vi erano contestazioni ad alcuni esponenti della Lega. Dopo la smentita della Rai Fedez ha pubblicato il  video della telefonata con alcuni rappresentanti dei vertici Rai (video).

Al centro del Concerto del Primo Maggio 2021 non solo la musica ma anche un vivace dibattito per il lungo  monologo pronunciato sul palco da Fedez, con forti parole rivolte principalmente ad alcuni esponenti della Lega.

Il monologo di Fedez e la polemica con la Rai.

Nelle ore che hanno preceduto la sua esibizione il rapper aveva affermato che la Rai gli avrebbe chiesto di edulcorare il suo discorso e di non pronunciare nomi di politici e di partiti. La Rai aveva subito smentito categoricamente l’affermazione del rapper.

Nel corso della serata, dopo avere eseguito due canzoni, Fedez ha interrotto la performance e ha affermato:

È la prima volta che mi viene chiesto di inviare un testo di un mio intervento perché venisse messo al vaglio di approvazione della politica. Approvazione che a quanto pare non c’è stata in prima battuta, o meglio dai vertici di Rai3 mi hanno chiesto di omettere dei nomi di politici e partiti ed edulcorarne il contenuto. Ho dovuto combattere un pochino, però alla fine mi è stato dato il permesso di potermi esprimere liberamente. Mi assumo tutte le responsabilità di ciò che dico e faccio, sappiate però che il contenuto di questo mio intervento è stato definito inopportuno dalla vicedirettrice di Rai3”.

Quindi si è rivolto a Mario Draghi:

“Buona festa a tutti i lavoratori, anche chi un lavoro ce l’ha e non ha potuto svolgerlo per oltre un anno. Per i lavoratori dello spettacolo questa non è più una festa. Caro Mario, capisco perfettamente che il calcio è il vero fondamento di questo paese, però non dimentichiamo che il numero dei lavoratori nel calcio e nello spettacolo è praticamente lo stesso, quindi non dico qualche soldo, ma almeno qualche parola, un progetto, un’idea di riforma in difesa di un settore che è stato decimato da questa emergenza e che è regolato da normative stabilite negli anni 40 e mai modificate a dovere sino ad oggi”.

Poi il rapper ha contestato la Lega, rivolgendosi agli oppositori del ddl Zan:

A proposito di Superlega due parole sul personaggio del momento, il sonnecchiante Ostellari, il quale ha deciso che un ddl di iniziativa parlamentare, quindi massima espressione del popolo, già approvato alla camera, può essere tranquillamente bloccato dalla voglia di protagonismo di un singolo, cioè sé stesso. Ma d’altronde Ostellari fa parte di uno schieramento politico che negli anni si è distinto per la sua lotta all’uguaglianza”.

Fedez ha poi citato alcune frasi forti sul mondo omosessuale, che avrebbero pronunciato alcuni esponenti della Lega, quali “Se avessi un figlio gay, lo brucerei nel forno”, o “I Gay sono sciagura per la riproduzione della specie“.

L’intervento integrale di Fedez sul palco del Concerto del Primo Maggio.

La telefonata fra Fedez e i vertici Rai: il rapper pubblica il video.

Al termine della sua esibizione, una volta rientrato in albergo, Fedez ha reagito alla smentita della Rai con una serie di storie Instagram (che potete vedere nel video in fondo) e pubblicando su Twitter un video con il dialogo intercorso fra lui e alcuni rappresentanti dei vertici Rai (tra i quali il vice direttore di Rai3, Ilaria Capitani) nel quale gli viene chiesto di rivedere il contenuto del messaggio.

Chiara Ferragni ha espresso grande apprezzamento per il coraggio dimostrato dal marito:

Avere il coraggio di andare contro tutti per dire quello che si pensa non è cosa da poco, sono superfiera di lui” ha detto l’imprenditrice in una serie di Storie Instagram.

La telefonata pubblicata da Fedez su Twitter.

Le storie Instagram pubblicate da Fedez a fine serata e le parole di Chiara Ferragni.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!