Home PeopleAttualità Fedez vuole denunciare il Codacons per “stalking giudiziario”: la replica di Rienzi. Le parole di Chiara Ferragni

Fedez vuole denunciare il Codacons per “stalking giudiziario”: la replica di Rienzi. Le parole di Chiara Ferragni

by Redazione

Continua il botta e risposta fra il cantante e l’associazione che tutela i consumatori: “La situazione è insostenibile” afferma Fedez. “È allergico a qualsiasi critica” replica il presidente Rienzi. Chiara Ferragni interviene per sostenere il marito.

Prosegue la diatriba fra Fedez e il Codacons: motivo del contendere il denaro raccolto dal rapper milanese con l’iniziativa Scena Unita per aiutare i lavoratori dello spettacolo raccogliendo fondi dagli artisti.

Dopo il primo botta e risposta (di cui vi abbiamo parlato qui), nella serata di mercoledì 14 luglio Fedez si è detto rammaricato:

 “Da mesi sto lavorando a nuovi progetti di charity con tanto entusiasmo, non vedevo l’ora di poterveli raccontare…e invece ora penso solo alle rotture di pa**e a cui andrò incontro. La cosa che mi fa incaz**re è che tutto questo avvenga per ostacolare dei progetti solidali. Tanto assurdo quanto paradossale. In questi anni ho sempre cercato di esorcizzare ogni causa fatta dal Codacons con un po’ di sana ironia. Ora mi rendo conto che la situazione sta diventando sempre più insostenibile. Passare giornate intere al telefono con gli avvocati significa togliere tempo ai miei figli, alla mia famiglia. Questa cosa mi consuma”.

L’unica strada che ho è quella di citare il Codacons per stalking giudiziario. Ora basta” ha concluso Fedez.

La risposta del Codacons

Non si è fatta attendere la risposta dell’associazione a tutela dei consumatori: il presidente del Codacons Carlo Rienzi ha risposto all’annuncio del rapper attraverso una serie di dichiarazioni rilasciate ad Adnkronos.

“Siamo felici dell’annuncio di Fedez di una querela contro di noi. Sarà finalmente l’occasione per far cessare le violenze, le ingiurie e gli insulti che periodicamente rivolge al Codacons e che fomentano odio sul web” ha detto Rienzi.

Il Codacons è colpevole a suo dire di ‘lesa maestà’ per aver osato criticarlo per alcuni comportamenti. Fedez, evidentemente allergico a qualsiasi critica, si crede oramai un imprenditore come Berlusconi, e come Berlusconi afferma di essere perseguitato“. L’ufficio legale del Codacons sta preparando una maxi querela per diffamazione contro Fedez “mettendo insieme tutte le calunnie del rapper, gli insulti e gli oltraggi rivolti al Codacons nelle ultime 24 ore, e che hanno scatenato sul web una pericolosissima campagna d’odio contro l’associazione” ha concluso il presidente del Codacons.

Il sostegno di Chiara Ferragni a Fedez

Chiara Ferragni è al fianco di Fedez in questo momento di sconforto e ha condiviso su Instagram una foto del marito, abbattuto, steso sul divano.

“Mandate un po’ di supporto a Fedez, che è un po’ giù di morale” ha scritto l’influencer. E il suo invito è stato accolto da moltissimi utenti.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy