Home MusicaMåneskin Måneskin: “Teatro d’ira Vol. I” è l’album più venduto della settimana

Måneskin: “Teatro d’ira Vol. I” è l’album più venduto della settimana

by Redazione

Continua lo straripante successo della band vincitrice di Sanremo 2021, che è prima anche nella classifica dei vinili più venduti.

I Måneskin conquistano la prima posizione nella top ten dei dischi più venduti della settimana, stilata da Fimi/Gfk con il loro nuovo album a tutto rock “Teatro d’ira – Vol. I”, uscito lo scorso venerdì.

L’album si è piazzato al primo posto anche nella graduatoria dei vinili, e ad oggi ha totalizzato 61 milioni di streaming, oltre a conquistare la sesta posizione nella Top 10 Global Album Debuts di Spotify.

Zitti e Buoni”, canzone vincitrice del 71° Festival di Sanremo, non è da meno: attualmente ha superato i 27 milioni di streaming ed è terza nella Top 10 dei singoli più venduti in Italia, preceduta da “Musica Leggerissima” di Colapesce & Dimartino, sul primo gradino, e “Voce” di Madame, sul secondo.

 “Teatro d’ira – Vol. I” è il primo volume di un nuovo progetto più ampio che si svilupperà nel corso dell’anno e che racconterà in tempo quasi reale gli sviluppi creativi della band, insieme alle prossime importanti esperienze.

Scritto interamente dai Måneskin, il nuovo album è stato registrato tutto in presa diretta al Mulino Recording Studio di Acquapendente (VT) – luogo da cui hanno presentato l’album con un minilive – rimandando alle atmosfere analogiche dei bootleg anni ’70, con l’idea e la voglia di ricreare la dimensione live vissuta dal gruppo nel loro primo lungo tour di 70 date fra Italia e Europa. Un disco tutto suonato, crudo, contemporaneo, capace di rappresentare lo stile e il sound della band.

La nostra non è una rabbia nei confronti di qualcuno, ma un’ira che smuove, che crea le rivoluzioni – raccontano i Måneskin – un’ira catartica rivolta alle oppressioni e agli oppressori, che porta a sfogarsi e a ribellarsi verso tutto ciò che ti fa sentire sbagliato e che, come risultato, porta a una rinascita e a un cambiamento. Abbiamo voluto collocare questa forza molto potente in un contesto, quello del teatro, che nell’immaginario comune viene percepito come elegante e pacato. Ci piace questa antitesi: un contrasto che vive nel momento in cui il sipario si apre e, al posto di uno spettacolo o di un balletto, ci si ritrova catapultati in questa esplosione di energia. Il teatro è una metafora a rappresentare l’arte, il luogo dove questo impulso potente genera qualcosa di artistico e positivo”.

(Foto in evidenza: i Måneskin, Via Instagram, @maneskinofficial)

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy