Home MusicaMåneskin Måneskin, Victoria smentisce le voci su una presunta molestia di un fan

Måneskin, Victoria smentisce le voci su una presunta molestia di un fan

by Redazione

Secondo alcuni supporter della band la bassista sarebbe stata molestata da un uomo in Germania. Victoria è intervenuta per smentire e chiarire via social: “Non è successo nulla, ma sono vicina a chiunque abbia vissuto situazioni del genere”.

Victoria De Angelis, la bassista dei Måneskin, è intervenuta sui social per smentire le voci circolate nelle ultime ore tra i fan e su alcuni magazine online in merito ad una presunta molestia sessuale da lei subita al termine del concerto del 17 luglio in Germania, a Colonia. Secondo la ricostruzione un uomo avrebbe avvicinato Victoria e avrebbe cercato di metterle le mani addosso: in rete è circolato anche un video – che secondo alcuni fan comproverebbe l’accaduto – nel quale la giovane sembrerebbe asciugarsi gli occhi dalle lacrime,

Il rumor in merito alla presunta aggressione ha fatto il giro di mezzo mondo e ha suscitato l’apprensione dei fan italiani, costringendo Victoria a intervenire sui social per smentire pubblicamente la fake news e fare chiarezza:

Ho appena letto quello che alcune persone hanno scritto sulla presunta aggressione della scorsa notte” ha scritto la bassista nelle storie Instagram. “Voglio assicurarvi che sto bene e che non è successo niente. Nessuno mi ha toccata e io non stavo piangendo, ero solo stanca, ecco perché mi toccavo gli occhi in quel video. Grazie comunque per il supporto e le dolci parole, ma davvero non è successo niente”.

Victoria ha quindi concluso:

Mi dispiace per questo fraintendimento. È tuttavia importante vedere questo tipo di reazioni da parte della gente su un argomento importante e sono vicina a chiunque viva o abbia vissuto situazioni del genere”.

(Foto in evidenza: Victoria De Angelis, Via Instagram, @vicdeangelis)

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy