Home PeopleAttualità Mauro Bellugi è morto: aveva subito l’amputazione delle gambe per il Covid

Mauro Bellugi è morto: aveva subito l’amputazione delle gambe per il Covid

by Redazione
0 comment

Non ce l’ha fatta l’ex calciatore che ha commosso tutta l’Italia con la sua storia, dopo aver perso entrambe le gambe come conseguenza del Covid.

Il mondo del calcio è in lutto: Mauro Bellugi, ex calciatore e fra i simboli dell’Inter, è morto oggi a mezzogiorno, a seguito di complicazioni dovute alle sue condizioni di salute, fortemente debilitate. Aveva da poco compiuto 71 anni.

Mauro Bellugi aveva commosso tutta l’Italia con la sua storia: dopo essere risultato positivo al coronavirus l’ex difensore era stato ricoverato dal 4 novembre all’ospedale Niguarda di Milano. In seguito al peggioramento di altre patologie precedenti Bellugi era stato sottoposto ad un intervento per l’amputazione di entrambe le gambe, per non rischiare che l’infezione si estendesse anche al resto del corpo.

Dopo i primi momenti di sconforto l’ex calciatore aveva reagito con grande forza d’animo e pensava comunque di poter riprendere a camminare grazie a delle protesi: qualche settimana fa era stato ospite in video-collegamento a “Live – Non è la D’Urso”, dove aveva raccontato la sua storia (ve ne abbiamo parlato qui).

Purtroppo dopo l’amputazione delle gambe Bellugi aveva continuato ad avere seri problemi, a seguito di complicazioni dovute alle sue condizioni di salute precarie.

Domani, prima del derby Milan-Inter, le due squadre ricorderanno Mauro Bellugi con un minuto di silenzio, e i giocatori nerazzurri scenderanno in campo col lutto al braccio.

(Foto in evidenza: Mauro Bellugi, Via Twitter, @CheTempoCheFa)

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!