Home PeopleAttualità Michele Merlo: in “ferie forzate” il medico che ha soccorso il cantante

Michele Merlo: in “ferie forzate” il medico che ha soccorso il cantante

by Redazione

Nuovi sviluppi sulla tragica scomparsa del cantante. Concluso l’audit clinico dell’Ausl: “Nessuna grave criticità“.

È terminata l’indagine interna avviata dall’Ausl in merito al caso di Michele Merlo, il cantante ex allievo di Amici stroncato domenica scorsa da un’emorragia cerebrale causata da leucemia fulminante.

Ecco gli esiti dell’audit clinico svolto dall’azienda sanitaria e riferiti dal “Resto del Carlino”:

«”In base ai documenti e alle testimonianze dei professionisti coinvolti, si sono evidenziate alcune criticità sotto il profilo organizzativo all’ospedale di Vergato, ma non di particolare gravità”. L’accesso a Vergato del cantante è del 2 giugno: visitato dalla guardia medica, i suoi sintomi (placche, mal di gola e mal di testa) erano stati scambiati per un virus alla faringe. Per il resto, prosegue l’Ausl, “confermiamo in tutti i momenti l’adeguatezza dei processi clinici e assistenziali”».

Per quanto riguarda il soccorso effettuato a casa della fidanzata di Michele il “Resto del Carlino” riporta che sarebbe stato messo in “ferie forzate” per un paio di giorni un medico del 118, “che secondo la denuncia dei genitori della vittima avrebbe “accusato Michele di avere fatto uso di sostanze stupefacenti, nonostante la fidanzata negasse“.

In merito a quell’intervento l’Ausl sottolinea che “nonostante il contesto relazionale fosse influenzato dalla drammaticità delle condizioni del signor Merlo“, le “manovre di stabilizzazione del paziente sono state immediate e corrette“.

I Nas hanno già acquisito la documentazione clinica sia all’Ospedale Maggiore di Bologna, dove Michele Merlo è spirato, sia a Vergato, mentre domani in Procura sarà conferito l’incarico per l’autopsia sul corpo del cantante.

(Foto in evidenza: Michele Merlo, Via Instagram, @michelemerlo)

Michele Merlo (Foto Via Instagram, @michelemerlo)

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy