Home Sport Novak Djokovic dopo l’espulsione dall’Australia: “Ora mi prenderò del tempo”

Novak Djokovic dopo l’espulsione dall’Australia: “Ora mi prenderò del tempo”

by Redazione

Dopo l’espulsione dall’Australia il tennista n.1 al mondo rientra in Serbia. “Sono estremamente deluso dalla sentenza” ha detto Djokovic. E adesso il campione rischia anche il Roland Garros (Foto Via Instagram, @djokernole).

Novak Djokovic è stato espulso dall’Australia ed è in volo verso la Serbia: il tennista n. 1 al mondo, che non è vaccinato, ha perso la battaglia per evitare di essere espulso dall’Australia dopo che il governo ha annullato il suo visto per la seconda volta per motivi di salute pubblica. I giudici della Corte federale hanno respinto all’unanimità il suo appello a rimanere nel Paese per difendere il titolo all’Australian Open, iniziato oggi.

Ora mi prenderò del tempo per riposarmi e riprendermi, prima di fare ulteriori commenti oltre questo. Sono estremamente deluso dalla sentenza” ha detto il campione serbo, che all’Australian Open avrebbe tentato il record del 21° titolo del Grande Slam.

“Rispetto la sentenza della Corte e collaborerò con le autorità competenti in relazione alla mia partenza dal Paese. Mi dispiace che l’attenzione delle ultime settimane sia stata su di me e spero che ora possiamo concentrarci tutti sul gioco e sul torneo che amo. Vorrei augurare ai giocatori, ai funzionari del torneo, allo staff, ai volontari e ai fan tutto il meglio per questa edizione. Infine, vorrei ringraziare la mia famiglia, i miei amici, la mia squadra, i tifosi, i tifosi e i miei compagni serbi per il vostro continuo supporto. Siete stati tutti una grande fonte di forza per me” ha concluso Djokovic.

Dopo l’espulsione dall’Australia, Novak Djokovic e il suo team si sono diretti all’aeroporto di Melbourne e sono stati scortati dalla sicurezza sull’aereo fino ai posti in First Class. L’aereo è poi atterrato a Dubai, dove il tennista ha preso un nuovo volo, stavolta diretto verso Belgrado.

E per il campione serbo sembra farsi sempre più dura: nelle ultime ore infatti in Francia è scattato l’obbligo vaccinale per tutti gli atleti, senza alcuna eccezione, dilettanti e professionisti, francesi e stranieri. Ciò significa che, se non saranno previste esenzioni, all’attuale n. 1 al mondo non sarà concesso di difendere il titolo neanche al Roland Garros. A meno che, naturalmente, Djokovic non decida di vaccinarsi.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy