Home Hotspot Libri Pier Paolo Pasolini: “Amado mio”, la sua dolorosa biografia

Pier Paolo Pasolini: “Amado mio”, la sua dolorosa biografia

by Redazione

In questa autobiografia, pubblicata postuma per espresso desiderio di Pasolini, il regista racconta le traversie e le difficoltà che chi è omosessuale a volte purtroppo deve fronteggiare  per vivere la propria storia d’amore.

Nell’anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini,vogliamo ricordare questo  intellettuale acuto e lungimirante, massacrato nella notte del 2 novembre 1975 sul lido di Ostia dall’odio cieco che nasce dall’intolleranza e conduce alla bestialita’,  attraverso un suo libro ”Amado mio”.

 L’opera, ancora oggi di grande interesse ed attualita, e’stata pubblicata  per la prima volta nel 1982, dopo la morte  di Pier Paolo, per espressa volonta’  dell’autore stesso: egli in questo modo intendeva evitare  che l’amata madre vedesse resa pubblica una verita’, a lei nota, faticosamente accettata, ma tanto sofferta.

Embed from Getty Images

 “Amado mio”e’ la dolorosa autobiografia dove Pier Paolo Pasolini racconta le difficolta’ incontrate per vivere la propria omosessualita’: e’costituita da due racconti inediti giovanili ed e’stata pubblicata postuma per la prima volta in lingua ungherese, dalla casa editrice Kalligram con la traduzione di Agnes Preszler .

Embed from Getty Images

Il primo racconto, scritto con lo stile del diario, è ambientato nella campagna friulana, a Casarsa, tra gli sfollati della seconda guerra mondiale.

Il protagonista -narratore  e’ un giovane studente dell’Universita’ di Bologna, che vive a Casarsa insieme alla madre maestra e decide di creare una classe di alunni per trasmettere alcune competenze scolastiche fondamentali ai ragazzi del paese.

Embed from Getty Images

Nel frattempo pero’ il maestro improvvisato si innamora di un suo giovane allievo adolescente. Al dolore per il contesto bellico  si aggiunge la sofferenza privata del personaggio –protagonista  che ha scoperto la propria omosessualita’.

Embed from Getty Images

La seconda storia e’ ambientata nell’estate del primo dopoguerra, l’atmosfera e’ piu’ distesa e piacevole: si racconta la vicenda di un giovane  uomo, che si chiama Desiderio e va alla ricerca dell’amore  di un ragazzetto, un giovane  contadino del paese . Tra gite in bicicletta, sagre di paese, balli e cinema in compagnia , si svolge la formazione e la crescita interiore  del giovane Desiderio.

Dal film “Gilda” in cui Rita Hayworth canta la famosa  canzone “Amado mio” ,che Desiderio vede al cinema insieme agli amici, deriva il titolo di questo libro-autobiografia.

Credits immagine in evidenza: screenshot da Youtube, Via Pasolini – Completo

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

Mi dispiace che tu non possa copiare questi contenuti. Se hai trovato qualcosa d'interessante, contattaci e parliamone!