Home Foto della Settimana “Quarto Grado”: Gianluigi Nuzzi in diretta con la troupe sul terrazzo del suo vicino

“Quarto Grado”: Gianluigi Nuzzi in diretta con la troupe sul terrazzo del suo vicino

by Redazione

La positività del conduttore al Covid-19 non ha fermato la diretta di Quarto Grado: ecco l’ingegnosa idea di Gianluigi Nuzzi per andare comunque in onda nel rigido rispetto delle regole anti-contagio. E gli ascolti hanno premiato la trasmissione.  

Gianluigi Nuzzi è risultato positivo al Covid-19, ma venerdì 14 gennaio “Quarto Grado” è comunque andato in onda grazie ad un’ingegnosa idea del giornalista che gli ha consentito, nonostante la quarantena, di essere comunque al timone della diretta nel rigido rispetto delle prescrizioni anti-contagio.

L’idea per vincere il Covid in riunione di redazione: perché non mettiamo la troupe nel terrazzo del vicino Lorenzo e le telecamere da lì che mi riprendono nel mio? ha spiegato Gianluigi Nuzzi in post Instagram, nel quale ha condiviso anche alcune foto che documentano le modalità con le quali si è svolta la diretta.

 “Siamo all’aperto, a distanza, in sicurezza. Certo farà freddo ma volete mettere la qualità audiovideo di professionisti come Giulio Capone , Matteo Veleno e Mohamed Lahmar, (Xentek produzioni) rispetto a un collegamento via Skype? Volete mettere questa sfida con una comoda poltrona?”.

Ringraziando tutti coloro che hanno collaborato per rendere possibile il collegamento con il suo terrazzo di casa Gianluigi Nuzzi – che nonostante la positività al virus durante la diretta è apparso in buone condizioni di salute- ha sottolineato l’importanza del lavoro di squadra.

“(…)  la tonica squadra si è’ messa all’opera per realizzare l’impresa. Certo, potenza di donne come Rosa Teruzzi che ha sfornato con i ragazzi splendidi servizi, Siria Magri la nostra curatrice top, Sebastiana Cutugno cesellava il copione e poi Giulio, Matteo e Mohamed partiti presto da Ascoli Piceno per raggiungere il mio palazzo, entrare da Lorenzo con le telecamere e gli arrosticini abruzzesi”.

“Sì, perché la tv è anche radici e condivisione…reagire quindi al Covid – ha continuato il giornalista –  Lo fanno gli scienziati che cercano soluzioni, i medici e gli infermieri nei reparti stremati, le forze dell’ordine rischiando per strada, gli insegnanti, chi conduce mezzi pubblici, cosa volete che sia uno sforzo per stare insieme? La famiglia di Quarto Grado la si vede nei momenti difficili non a stappare champagnequindi un bel colbacco e via con la diretta!!!”.

E l’impegno a esserci nonostante tutto di Gianluigi Nuzzi e di tutta la redazione di “Quarto Grado” è stato premiato dal pubblico: la trasmissione di Rete Quattro è stata infatti la terza trasmissione più vista nella serata di venerdì 14 gennaio, con un a.m. di 1.101.000 spettatori e il 6% di share. Un ottimo risultato, del tutto meritato.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy