Home PeopleAttualità “Quarto Grado”: l’inquietante scomparsa in montagna di Laura Ziliani

“Quarto Grado”: l’inquietante scomparsa in montagna di Laura Ziliani

by Redazione

Laura, grande camminatrice e amante della montagna, lo scorso 8 maggio è uscita per fare una passeggiata e non è tornata più: la procura indaga.

Nella puntata di “Quarto Grado” in onda venerdì 16 luglio Gianluigi Nuzzi è tornato a parlare della scomparsa di Laura Ziliani, l’ex vigilessa sparita lo scorso 8 maggio a Temù, in Alta Vallecamonica.

Amante della montagna e grande camminatrice, Laura – vedova, con tre figlie – era uscita di casa intorno alle 7 di mattina per una passeggiata e non aveva fatto più ritorno. Qualche ora dopo, non vedendola rientrare, le figlie avevano dato l’allarme. Sulla scomparsa di Laura Ziliani la Procura di Brescia ha aperto un fascicolo e attualmente sta indagando per omicidio.

Laura Ziliani (frame video MediasetPlay)

Negli ultimi giorni la palazzina dove (al quarto piano) viveva Laura quando si trovava a Temù e che era stata adibita a bed and breakfast è stata ispezionata con i cani molecolari, che dopo avere cercato le tracce della donna hanno perlustrato i sentieri di montagna, ripercorrendo gli ultimi passi dell’ex vigilessa.

Nella cantina della casa – attualmente posta sotto sequestro –è stato ritrovato il cellulare di Laura Ziliani, dietro un’intercapedine. Il Gps della donna (dispositivo che lei indossava regolarmente durante le sue escursioni in montagna, come si evince da diverse foto mostrate da “Quarto Grado”) mancherebbe all’appello, e risulterebbe spento.

Se –  a quanto riferisce “Quarto Grado” –  è vero che Laura, la mattina in cui è scomparsa, non appare nei fermi immagine delle telecamere di Temù, è anche vero che la giornalista inviata sul posto dal programma , parlando con una cara amica della donna, ha individuato un sentiero che spesso l’ex vigilessa percorreva con l’amica in questione (e che potrebbe avere percorso anche il giorno della scomparsa)  dove non c’è alcuna telecamera.

Attualmente due delle figlie di Laura Ziliani e il fidanzato di una di loro sono indagati dalla procura: si pensa che potrebbe trattarsi di un atto necessario per consentire i sopralluoghi.

Nelle ultime ore il “GiornaleDiBrescia.it” ha riferito che nella casa bresciana di Laura “sono entrati i carabinieri su mandato del sostituto procuratore Katy Bressanelli. I militari hanno trovato in cantina il computer della ex vigilessa”. Dal computer potrebbe arrivare per gli inquirenti qualche indizio in più per risolvere il mistero della scomparsa di Laura Ziliani.

Laura Ziliani

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy