Home SpettacoliReality TV Raffaele Paganini su Javier e Nicolai: “Uno dei due ha un quid in più ed è…”

Raffaele Paganini su Javier e Nicolai: “Uno dei due ha un quid in più ed è…”

by Redazione
0 comment

Il danzatore, intervistato da Il Fatto Quotidiano ha espresso un parere chiaro a proposito di chi, tra i due ballerini che si contenderanno la vittoria di Amici 2019. Uno dei due ha evidentemente quel qualcosa in più che fa la differenza

In un’intervista rilasciata ieri a “Il Fatto Quotidiano”, l’étoile ha parlato dei tre ballerini che si sono confrontati nella fase finale del talent.

Raffaele Paganini, uno dei simboli della danza italiana nel mondo

Raffaele Paganini, che da decenni rappresenta la danza italiana nel mondo, ha confrontato, in particolare, l’espressività e la capacità tecnica dei due ballerini classici Javier e Nicolai e ha dato un giudizio netto:

Valentin, Javier, Nicolai. Qual è la valutazione tecnica?

Il ballerino ucraino Nicolai Gorodiskii 

Tutti e tre sono bravi. Ma se parliamo di impostazione classica, escludendo quindi il danzatore di latino americano, è Javier il talento vero. La danza è anche soprattutto questione di doti naturali. Sono d’accodo con Alessandra Celentano, dal punto di vista tecnico, il brano che ha più permesso di vedere questo aspetto è stato Les Bourgeois di Jacques Brel. Nella sfida fra Javier e Nicolai, il primo ha mostrato doti naturali non comuni, che permettono potenzialità tecniche maggiori, il secondo ha mostrato un’ottima preparazione ed espressività. Ma un equilibrio perfetto in una piroetta o in uno slancio di gamba più alto fanno la differenza.

Quanto conta l’espressività?

Il danzatore cubano Javier Rojas

A  61 anni, dopo una vita da étoile in giro per il mondo, sarebbe troppo complicato spiegare il rapporto tra doti naturali ed espressività.

Preferisco fare un esempio: con le dovute differenze di contesto: Raffaele Paganini sta a Mikhail Baryshnikov come Nicolai sta a Javier. Sono stato un artista di fama internazionale anche io ma ma Barysnikov, come Rudolf Nureyev, hanno avuto qualcosa in più. Non conta la preparazione ma la natura. Qui si parla di giovani che vogliono fare carriera professionale. Ad un esperto basta una loro camminata per capire se esiste il quid che fa la differenza. Javier viene dalla scuola cubana, dove si lavora tantissimo sugli equilibri. E questa è una dote naturale. Viene fuori con il lavoro solo se ce l’hai in natura. Javier ce l’ha

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!