Home MusicaElodie Sanremo 2021, Elodie: “Probabilmente questa sera non sono all’altezza di questo palco ma essere all’altezza non è più un mio problema”

Sanremo 2021, Elodie: “Probabilmente questa sera non sono all’altezza di questo palco ma essere all’altezza non è più un mio problema”

by Redazione
0 comment

La co-conduttrice della seconda serata è stata protagonista di un emozionante monologo. “Orgoglioso di te” ha commentato sui social il fidanzato Marracash.

Elodie, splendida co-conduttrice della seconda serata del Festival di Sanremo, al termine della puntata è stata protagonista di un intenso monologo, nel corso del quale ha raccontato i suoi esordi e si è commossa parlando delle difficoltà affrontate nell’abbattere i muri e i pregiudizi.

Mi sono data una possibilità per raccontarvi un pezzo di me. Vengo da un quartiere popolare di Roma: una realtà crudele, onesta e straordinaria. Ci vivono persone arrabbiate e io ero una di quelle. Il mio quartiere mi ha dato e tolto tanto: non avevo l’acqua calda, non riuscivo a pagare le bollette o arrivare a fine mese. Però mi ha regalato tanto, mi ha regalato il coraggio di sognare” ha esordito Elodie.

Durante la seconda serata del Festival Elodie ha cantato e ballato in uno show nel quale ha reso omaggio alle grandi canzoni, italiane e non.

Ho sempre voluto fare questo mestiere ma mi sembrava troppo grande rispetto a una bambina così piccola. Non mi sentivo all’altezza, non mi piaceva la mia voce e soprattutto non avevo gli strumenti. Tante volte non mi sono data una possibilità nella mia vita: non ho finito il liceo, non ho preso la patente, non ho studiato canto. È difficile in certi contesti focalizzarsi su quello che vuoi essere da grande. Il mio fidanzato in uno dei suoi pezzi dice ‘non ci rubate il tempo perché è l’unica cosa che abbiamo’. Ed è vero perché se nasci in certi contesti devi lavorare più degli altri per ottenere quello che altri hanno già”.

A 20 anni avevo deciso che per me la musica era finita e non cantavo più, nemmeno sotto la doccia. Ma sono stata fortunata perché è successo una delle cose più belle della mia vita, ho fatto un incontro fortunatissimo, un pianista jazz. Il suo nome è Mauro Tre e questa sera è con me su questo palco”.

La cantante si è commossa presentando Mauro Tre, il musicista che l’ha sostenuta nei momenti più difficili:

Voglio ringraziarti perché mi hai dato una possibilità dove non me la sono data io, Anche per il jazz non mi sentivo all’altezza perché era troppo elegante. Ma al jazz non interessava perché il pregiudizio è degli esseri umani. (…) Probabilmente questa sera non sono all’altezza di questo palco, di questa orchestra e di tutta questa attenzione ma essere all’altezza non è più un mio problema”.

La commozione di Elodie durante il monologo.

Elodie ha concluso esibendosi insieme alla sua prima band composta da Mauro Tre, Marco Girardo e Stefano Rielli in un brano di Mina, “Mai Così”.

Le parole di Marracash.

Marracash, che è legato ad Elodie dal 2019, ha espresso sui social l’orgoglio e l’affetto per la propria compagna. “Orgoglioso di te” ha twittato il rapper, corredando il messaggio con un cuore rosso. Poi, ha ricondiviso il tweet di una fan che gli ha chiesto: “Marracash, sai che sei fortunato? Ne sei consapevole?”.

Related Articles

Leave a Comment

Questo sito utilizza dei cookies per ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Accetto Privacy Policy

error: Content Protect !!